1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Wall Street incerta dopo nuovi dati macro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura col segno più per la Borsa americana, frenata però dalla diffusione di nuovi dati macroeconomici. Il Dow Jones ha archiviato la seduta con un rialzo frazionale dello 0,06% a 11304,46 punti, l’S&P 500 ha guadagnato lo 0,24 a 1296,06 e infine il Nasdaq ha chiuso in crescita dello 0,11% a quota 2137,11. Dopo un’apertura positiva, i listini statunitensi sono stati messi al palo dai dati macro Us, più negativi rispetto alle attese degli analisti. Le vendite di nuove case in luglio sono, infatti, scese del 4,3%, ricalcando l’andamento del giorno precedente relativo alle case esistenti. E a confermare la fase di flessione dell’economia Usa, ci ha pensato anche il dato agli ordinativi di beni durevoli in calo dello 2,4%, mentre gli analisti avevano prospettato una diminuzione pari allo 0,2%. Il colpo lo hanno accusato immediatamente i titoli dei gruppi che operano nella grande distribuzione, come Home Depot Inc. che ha perso circa lo 0,8% e dei ciclici come Caterpillar Inc. in calo di oltre tre punti percentuali. Male anche Chico’s Fas che ha perso ben 25 punti percentuali. La caduta libera del retailer a Wall Street è stata causata dal profit warning lanciato ieri dalla società in occasione della presentazione dei conti. Inoltre, Scott Edmonds, Ceo del gruppo statunitense, ha anche dichiarato di attendersi una diminuzione dei margini operativi per la prima parte del prossimo anno e di aspettarsi una limitata crescita delle vendite per il terzo e quarto trimestre. Tra i migliori spicca Fannie Mae che ha chiuso la seduta in rialzo del 4,2% grazie alla decisione del dipartimento di Giustizia Usa di non formulare alcuna accusa nei confronti della società dopo la chiusura delle indagini sulle pratiche di bilancio.