1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall street in parità in attesa del voto, Trump potrebbe non farcela

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Parità per gli indici a Wall Street in attesa del voto che dovrebbe smantellare l’Obamacare, la riforma sanitaria dell’ex presidente. Stando alle indiscrezioni circolate nelle ultime ore, alla Camera non ci sarebbero i voti necessari e, informato, Trump avrebbe optato per andare avanti con la votazione.

Al di là della portata pratica del provvedimento, si tratta di un primo e importante banco di prova per valutare la capacità della nuova amministrazione di mettere in pratica le misure promesse. Una bocciatura del provvedimento potrebbe avere importanti ripercussioni sulle piazze finanziarie.

Al momento il Dow Jones segna un calo dello 0,13%, lo S&P500 avanza dello 0,06% e il Nasdaq registra un +0,31%.

A livello di singole performance, -0,8% di Macy’s che ha ufficialmente nominato Jeffrey Gennette alla carica di Chief executive officer in sostituzione di Terry Lundgren. Citi ha annunciato di aver ridotto la valutazione a “neutral” dal precedente “buy”.

Valutazione “comprare” invece confermata per Apple (-0,02%) da parte di Nomura/Instinet che ha incrementato il prezzo obiettivo da 135 a 165 dollari.

Balzo per Micron Technology (+8,01%) grazie a risultati trimestrali migliori delle previsioni: il giro d’affari ha mostrato una crescita del 58% a 4,65 miliardi di dollari. Segno più anche per Twitter (+1,17%) che ha annunciato di star considerando di introdurre una versione “premium” dell’interfaccia Tweetdeck dedicata ai professionisti.

Indicazioni contrastanti quelle arrivate dai dati macro relativi ordini di beni durevoli (+1,7% m/m sopra le stime) e fiducia dei direttori degli acquisti di manifatturiero e servizi (53,4 e 52,9 punti, peggio del previsto).