Wall Street frena per colpa dei chip e dei dati macro

Inviato da Redazione il Lun, 06/09/2004 - 08:31
La Borsa di Wall Street chiude la settimana in area negativa: il Dow Jones ha ceduto lo 0,29% a 10.260,2 punti, mentre il Nasdaq Composite ha fatto registrare una più netta flessione dell'1,55% a 1.844,48 punti. Il profondo rosso dell'indice tecnologico era nell'aria già da giovedì, quando il gigante californiano dei microprocessori, Intel, ha comunicato previsioni deludenti sui conti finanziari. Inoltre, i dati sugli occupati non agricoli ad agosto, in crescita da luglio con 144mila nuovi posti di lavoro creati e la disoccupazione in discesa al 5,4%, non sono tuttavia bastati a far virare la Borsa in terreno positivo, attestandosi a livelli inferiori rispetto alle attese degli economisti.
COMMENTA LA NOTIZIA