1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall Street: fine mercato toro vicina? Occhio a nota BofA e ad “alert Lehman”

Focus sulla nota di Bank of America, che ha spiegato che “la recente inflessione “dallo scetticismo all’ottimismo potrebbe essere il primo passo verso una condizione di euforia che…”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Diversi i campanelli di allarme che banche di affari ed esperti di analisi tecnica stanno lanciando sul trend di Wall Street. Focus sulla nota di Bank of America, che ha spiegato che “la recente inflessione dallo scetticismo all’ottimismo potrebbe essere il primo passo verso una condizione di euforia di mercato che, di norma, intravediamo alla fine di un mercato toro, e che finora si è rivelata palesemente assente in questo ciclo”.

Marketwatch fa notare in che, in una situazione che vede l’indice Dow Jones “flirtare” con il massimo di tutti i tempi, e gli indici Dow Jones Trasportation Average (DJT) e delle small cap Russell 2000 (RUT) a livelli record, diversi sono gli esperti scettici sulla prosecuzione del rally di Wall Street.

In particolar bene, di norma, per gli indici di Borsa.

McClellan ha affermato che, sebbene non sia chiaro ancora del tutto il motivo per cui esista tale correlazione, è dagli anni ’80 che l’azionario Usa ha puntato verso il basso, sebbene non subito ma con un certo ritardo, scontando la riduzione del differenziale.

Un altro campanello d’allarme è rappresentato dal trend dei put open interest sul Nasdaq ETF (QQQ), che dagli inizi di giugno sono balzati ai livelli record dal 2007, ovvero dal crac di Lehman Brothers.