Wall Street: concitazione nelle ultime fasi di contrattazione

Inviato da Redazione il Ven, 09/01/2009 - 22:35
Giornata negativa per i principali indici americani che dopo una fase centrale laterale, hanno nuovamente accelerato al ribasso negli ultimi minuti di mercato aperto peggiorando di circa mezzo punto il dato già negativo di giornata. E' il Nasdaq Composite a perdere di più con una discesa del 2,81% che porta la propria quotazione in zona 1571,59, l'S&P 500 riduce il proprio valore del 2,14% in close a 890,12, mentre il Dow Jones termina con un ribasso dell'1,65%. Permangono in territorio negativo i principali titoli del settore bancario con Bank of America sotto del 4,06%, Goldman Sachs in ribasso dell'1,74%, male United Panam Financial cede il 3,91%; peggio Citigroup in forte calo del 5,73%. Dopo un inizio settimana in recupero chiude negativa Ford sotto del 2,23%, mentre lievemente inferiore alla parità General Motors in calo dello 0,23. In controtendenza Palm in rialzo del 33,93%, con una crescita supportata dalla fiducia che gli investitori ripongono nella capacità di innovare e nei nuovi prodotti proposti dell'azienda stessa. Il titolo Yahoo, blocca le proprie quotazioni rimangiandosi gran parte della crescita della seduta odierna permanendo comunque in territorio positivo 0,46%, male invece Ibm sotto del 2,84% seguita da Microsoft in ribasso del 2,98%. Continua il calo del future Wti che attualmente quota a 40,89 dollari con una performance percentuale negativa del 1,94%, influenzato dai timori di un ritorno pressante della recessione. Negativo anche il cross euro dollaro in discesa dell'1,79% a quota 1,3457.
COMMENTA LA NOTIZIA