Wall Street chiude positiva nonostante il peggioramento del quadro macro

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 28/09/2012 - 09:01
Le nuove misure di stimolo delle autorità cinesi e la presentazione del budget 2013 da parte dell'esecutivo spagnolo spingono al rialzo i listini statunitensi che dopo un inizio contrastato chiudono la seduta con il segno più. Il Dow Jones ha terminato in rialzo di mezzo punto percentuale (+0,54%) a 13.485,97 punti, +0,96% per lo S&P a 1.447,15 e +1,39% del Nasdaq a 3.136,6. L'incertezza nelle prime battute è attribuibile alle indicazioni negative arrivate dai dati macro. Il Pil del secondo trimestre è stato rivisto al ribasso dal +1,7% al +1,3%, gli ordini di beni durevoli ad agosto hanno registrato un rosso del 13,2% ed il dato relativo i compromessi immobiliari è sceso del 2,6%. Meglio del previsto solo l'aggiornamento relativo le nuove richieste di sussidio, scese da 385 a 359 mila unità (consenso 378 mila).

A livello di singole performance spicca il +2,85% di General Electric che ha alzato la stima sulla crescita dei ricavi 2012 dal 5-10% al 10%. Denaro anche su Monsanto (+2,09%) e Goodyear (+3,92%) promosse da Wells Fargo (+0,99%) e Goldman Sachs (+1,9%). Goldman ha inoltre riattivato la copertura su Yahoo! (+2,75%) con raccomandazione di acquisto ed un prezzo obiettivo a 12 mesi di 22 dollari. Parità invece per Microsoft (-0,02%) che potrebbe essere colpita da una maxi-multa da parte dell'antitrust europeo a causa del mancato adempimento dell'ordinanza che imponeva una separazione tra il sistema operativo ed il browser per la navigazione internet.
COMMENTA LA NOTIZIA