Wall Street chiude negativa, deludono i conti di Apple

Inviato da Luca Fiore il Mer, 25/07/2012 - 00:58
Segno meno per Wall Street, penalizzata dalle tensioni in arrivo dall'Europa e dagli aggiornamenti relativi l'andamento del manifatturiero. A luglio il dato preliminare che misura la fiducia dei direttori degli acquisti è sceso a 51,8 punti (consenso 52 punti) mentre l'indice Richmond Fed è passato da -3 a -17 punti. Indicazioni positive dal comparto immobiliare dove l'indicatore dei prezzi delle abitazioni statunitensi a maggio ha registrato un +0,8% mensile. Il Dow Jones ha chiuso in calo dello 0,82% a 12.617,32 punti, -0,9% dello S&P a 1.338,31 e -0,94% del Nasdaq a 2.862,99.

Tra le storie del giorno -0,48% per Apple che dopo la chiusura ha presentato i numeri trimestrali. Il colosso di Cupertino nel terzo trimestre fiscale ha registrato un utile di 8,8 miliardi, dai 7,3 miliardi precedenti, e ricavi in crescita del 23% a 35 miliardi. L'utile per azione, pari a 9,32 dollari è risultato di oltre un dollaro inferiore ai 10,36 dollari delle attese. Sotto le stime anche il fatturato, atteso a 37,2 miliardi. Per quanto riguarda le altre società che hanno presentato i conti, acquisti su Altria (+0,23%) e su Lockheed Martin (+1,01%) mentre DuPont (-1,99%), At&t (-2,12%), Ups (-4,63%), Whirlpool (-7,52%) e Lexmark (-12,75%) hanno chiuso con il segno meno. Vendite anche su Cisco che ha lasciato sul parterre il 5,91% nonostante l'annuncio del taglio del 2% della forza lavoro.
COMMENTA LA NOTIZIA