1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall Street chiude mista, -4,15% per Apple

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura di seduta contrastata per i listini statunitensi. Il Dow ha terminato in rialzo dello 0,56% nei pressi di quota 13 mila punti (12.921,41), parità per lo S&P (-0,05%) a 1.369,57 e -0,76% del Nasdaq a 2.988,4. Nel corso della prima parte i listini sono stati spinti al rialzo dalle indicazioni arrivate dalle vendite al dettaglio che con un +0,8% hanno doppiato le attese del mercato. Sempre dal fronte macro, in linea con le stime le scorte delle imprese, salite a febbraio dello 0,6% mensile, mentre i dati relativi i flussi netti di investimento esteri di lungo termine (da 102,4 a 10,1 miliardi di dollari), l’indice Empire State Manufacturing (da 20,21 a 6,56 punti) e l’indice NAHB (da 28 a 25 punti) sono risultati inferiori alle attese.

Nel comparto societario segno più per Citigroup, salita nel giorno della presentazione dei conti trimestrali dell’1,77%. S&P ha annunciato di aver alzato la raccomandazione sul titolo da “hold” a “buy”. Denaro, in attesa dei conti, anche per Goldman Sachs (+2,29%). Tonfo invece per Mattel (-9,14%) che nei primi tre mesi ha registrato una contrazione di utili e fatturato. Tra le altre storie del giorno +1,47% per Procter & Gamble che ha annunciato il 56° incremento annuo consecutivo del dividendo a 56,2 centesimi di dollaro e -4,15% per Apple. L’azienda texana Touchscreen Gestures ha citato in giudizio Apple, RIM (+4,11%) e Samsung per la violazione di alcuni brevetti relativi ai gesti compiuti sui dispositivi touch.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee chiudono piatte

Dopo una prima parte incerta, chiusura di ottava intorno alla parità per le borse europee. Tra le cause della risalita troviamo le indicazioni migliori delle stime arrivate dai dati macro: …

USA

Wall Street apre sotto la parità

Apertura in flessione per Wall Street in scia alle nuove minacce della Corea del Nord di un possibile lancio missilistico. Col riemergere delle tensioni geopolitiche torna la cautela sui listini …