Wall Street chiude in rosso dopo le parole di Bernanke

Inviato da Redazione il Mer, 22/03/2006 - 08:18
La seduta di martedì si è conclusa in territorio negativo per la Borsa statunitense sulla quale hanno pesato le parole di Ben Bernanke e il dato sui prezzi alla produzione di febbraio. Nel primo caso il mercato ha interpretato le dichiarazioni come implicità possibilità di altri due rialzi dei tassi di interesse nelle prossime riunioni della Fed, mentre il dato sull'inflazione all'ingrosso ha superato le previsioni degli analisti soprattutto nella sua componente "core". A poco è servito il recupero del comparto dei chip e la performance di General Motors, salita di circa 5 punti percentuali su voci di un possibile accordo con i sindacati dei lavoratori.
COMMENTA LA NOTIZIA