1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Wall Street chiude in pesante calo

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata all’insegna delle vendite per Wall Street, indebolita dalle incertezze che arrivano dal Vecchio continente e dagli aggiornamenti riguardanti il mercato del lavoro, con le nuove richieste di sussidio che la scorsa settimana hanno messo a segno una crescita di 8 mila unità a 480 mila. Il Dow Jones ha chiuso la seduta a 10.002,2 punti (-2,61%), lo S&P’s a 1.063,1 (-3,11%) ed il Nasdaq a 2.125,43 (-2,98%). Sempre dal fronte macroeconomico, meglio delle attese della vigilia la produttività ed il costo del lavoro relativi al quarto trimestre (+6,2% e -4,4%) e gli ordini all’industria di dicembre (+1%). Per quanto riguarda i singoli comparti, male i finanziari, con Goldman Sachs che ha lasciato sul campo il 4,52%, Jp Morgan il 4,82% e Citigroup il 5,64%. -3,35% per Bank of America, penalizzata dalle accuse del procuratore generale di New York, che contesta al management di BofA di avere deliberatamente nascosto parte delle perdite nell’ambito dell’operazione di acquisizione di Merrill Lynch. -2,51% invece per Berkshire Hathaway, penalizzata dal downgrade di Standard & Poor’s (a AA+ dal precedente AAA). Cisco Systems unico segno più del Dow (+0,04%) grazie ai dati trimestrali che hanno evidenziato utili (1,85 miliardi) e fatturato (9,8 miliardi) migliori delle stime del mercato.