Wall Street chiude in deciso calo, male bancari ed energetici

Inviato da Titta Ferraro il Ven, 27/11/2009 - 19:18
Chiusura d'ottava in territorio negativo per Wall Street. La borsa newyorkese ha chiuso le contrattazioni con tre ore di anticipo in occasione del Black Friday, giorno in cui gli americani sono soliti iniziare lo shopping natalizio. In chiusura il Dow Jones ha ceduto l'1,48% a quota 10.309,85 punti, recuperando solo parzialmente terreno rispetto a un avvio in flessione di oltre il 2% in scia alla debolezza globale che ha colpito i mercati ieri (quando wall Street è rimasta chiusa in occasione del Thanksgiving day) in seguito alle difficoltà finanziarie emerge per Dubai. Notizia che è pesato soprattutto sul comparto bancario con Jp Morgan (-1,99%) e Bank of America (-3,01%) nelle retrovie del Dow Jones. Deboli anche gli energetici (-2,09% per Exxon Mobil) e i minerari (-2,62% per Alcoa) complice il calo delle materie prime con il petrolio in particolare sceso sui minimi a 6 settimane.
Wall Street chiude l'ottava con un bilancio sostanzialmente in pareggio, settimana che era iniziata con intonazione decisamente positiva in scia al balzo del 10,1% a 6,1 mln di unità delle vendite di case esistenti a ottobre.
COMMENTA LA NOTIZIA