1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Wall Street chiude debole in attesa di Bernanke, S&P sotto quota 1.400

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In attesa dell’intervento di Ben Bernanke da Jackson Hole, le borse Usa chiudono con il segno meno. Il Dow Jones ha evidenziato un rosso dello 0,81% a 13.000,71 punti, -0,78% dello S&P che chiude sotto quota 1.400 punti a 1.399,48 e -1,05% per il Nasdaq che si ferma a 3.048,71. Tra i dati macro, peggio del previsto le nuove richieste di sussidio, che si sono confermate a 374 mila unità, ed in linea con le stime sia i redditi (+0,3% m/m) e sia le spese dei consumatori (+0,4% m/m).

Tra le società che hanno presentato i conti trimestrali, profondo rosso per Ciena (-19,5%) penalizzata da un risultato netto sotto le stime e dalla debolezza della guidance. Le stime sul Q3 hanno invece spinto il rally di Pandora (+14,29%). Nel comparto retail +0,66% per Pier 1 che nel Q2 ha registrato vendite per 368 milioni di dollari, l’8,3% in più rispetto ad un fa, parità per Gap che ad agosto ha registrato un incremento del +9%, e -0,42% per Macy’s, le cui vendite sono cresciute del 5,7%. Tra le altre notizie del giorno, +0,35% per Carlyle Group che ha raggiunto un accordo con E.I. DuPont de Nemours (-0,72%) per l’acquisizione della divisione che si occupa di vernici speciali e -0,36% per Amazon nonostante le vendite da record registrate dal Kindle Fire.