Wall Street chiude ai minimi di seduta

Inviato da Luca Fiore il Mar, 25/10/2011 - 23:52
Le indicazioni negative in arrivo da Eurolandia ed il calo della fiducia dei consumatori ai minimi dal marzo 2009 (39,8 punti) spingono al ribasso i listini Usa, che chiudono ai minimi di seduta. Il Dow ha terminato in calo dell'1,74% portandosi a 11.706,62 punti, rosso di 2 punti percentuali per lo S&P a 1.229,05 e -2,26% del Nasdaq a 2.638,42. In agenda macro anche l'indice S&P Case Shiller, che ad agosto, su base congiunturale, non ha fatto registrare variazioni.

A livello societario sono sempre le trimestrali a monopolizzare l'attenzione degli operatori. Lettera su Ups (-2,14%), nonostante una crescita dei profitti del 5,1% ed un +8% registrato dai ricavi. Andamento simile per Texas Instruments (-2,27%) che nonostante conti migliori delle attese è stata penalizzata dalle stime sul trimestre in corso e -6,25% di 3M, che ha registrato un fatturato sotto le stime e ridotto la guidance sull'eps 2011. Tra le altre società che hanno presentato i conti vendite anche su DuPont (-2,5%), su Peabody Energy (-3,13%) e su Illinois Tool Works (-5,35%). +0,25% invece per Xerox e, in attesa dei conti, -4,4% per Amazon.com. Tra le altre notizie del giorno -1,04% di Ibm, il cui board ha approvato un dividendo trimestrale da 0,75 dollari per azione ed un piano di buyback da 7 miliardi di dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA