1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Wall Street barcolla su crisi settore mutui

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata nera ieri a Wall Street. La borsa americana è stata affossata dai timori sulla tenuta del settore creditizio statunitense. A deprimere gli indici – il Dow Jones ha ceduto quasi il 2% a 12075,96 punti, calo del 2,15% a 2.350,57 punti invece per il Nasdaq – è la crisi che sta colpendo le società specializzate nei cosiddetti mutui subprime, ossia le ipoteche ad alto tasso d’interesse concesse ai clienti con scorsa solvibilità. La Mba, associazione degli istituti americani che concedono mutui, ha diffuso ieri i dati sul quarto trimestre che sono risultati alquanto negativi, soprattutto proprio nel settore subprime dove le insolvenze e i pagamenti in ritardo risultano in deciso aumento (default e ritardi dei pagamenti in rialzo, rispettivamente, al 13,3% e al 14,44%). Insolvenza ai massimi degli ultimi 4 anni. Un dato che ha subito inciso negativamente sull’andamento dell’azionario a stelle e strisce e a cui va abbinato anche il dato sulle vendite al dettaglio, salite a febbraio solo dello 0,1%. Tornando al nodo mutui, il tasso di insolvenza sui mutui ipotecari è aumentato nel quarto trimestre al tasso (al netto della componente stagionale) del 4,95%, dal 4,67% nei tre mesi precedenti e dal 4,7% segnato nell’ultimo trimestre 2005. “Malgrado l’economia americana e il mercato del lavoro siano su posizioni solide, il settore immobiliare continua la fase di rallentamento nel quarto trimestre”, commenta Doug Duncan, capo economista di Mba.