1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Wall Street azzera i guadagni, lettera su GM e Michael Kors

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante un inizio promettente, sostanziale parità per i listini statunitensi in scia delle vendite che stanno colpendo il comparto energetico (-1,32%, con il WTI a 52,01 dollari, -1,88%). A poco più di due ore dalla chiusura degli scambi, il Dow Jones segna un +0,2%, lo S&P500 scambia in parità e il Nasdaq avanza dello 0,17%.

Tra le società che hanno presentato i dati trimestrali, tonfo per General Motors (-4,7%) che ha chiuso il Q4 con un utile per azione “depurato” di 1,28$, 11 centesimi in meno rispetto alle stime. Contrazione a due cifre per Michael Kors (-11,72%) causa ricavi sotto le stime e una guidance deludente.

Dopo la chiusura degli scambi sarà la volta di Disney (-0,03%), Gilead Sciences (+0,87%) e Pioneer Natural Resources (-3,21%).

A dicembre la bilancia commerciale statunitense ha fatto segnare un disavanzo di 44,3 miliardi portando il dato 2016 ai massimi da quattro anni a 502,3 miliardi. Sempre per quanto riguarda l’ultimo mese del 2016, l’indice che misura le offerte di lavoro negli Stati Uniti (JOLTS, Job Openings And Labor Turnover Summary) è passato da 5,51 a 5,5 milioni di unità. Gli analisti avevano stimato 5,56 milioni.

Nel mese corrente invece, il dato relativo la fiducia dei consumatori Ibd/Tipp (Investor’s Business Daily e TechnoMetrica Institute of Policy and Politics) è passato da 55,6 a 56,4 punti (consenso 56,2). Valori sopra quota 50 punti segnalano ottimismo, sotto questa soglia è invece il pessimismo a prevalere.