1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Volumi alle stelle su Alitalia, esteri ed hedge fund in azione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Continua il tran tran di ordini d’acquisto su Alitalia. Il titolo della compagnia di bandiera sale del 3,65%, scambiando a quota 1,135 euro. Una girandola di volumi accompagna la marcia trionfale dell’aerolinea a Piazza Affari: sono, infatti, passati di mano 139 milioni di pezzi contro una media giornaliera delle ultime trenta sedute pari a 39 milioni di pezzi. La nebbia attorno a via della Magliana si è diradata ieri alle 18 in punto: lo scenario di assistere ad un’asta deserta è stato largamente superato. Ben in undici hanno infatti presentato la loro manifestazione d’interesse per mettere la bandierina su Alitalia. Gli analisti interpellati da Finanza.com invitano però alla prudenza. “Si tratta di una fase preliminare che non obbliga poi chi presenta la manifestazione d’interesse ad andare fino in fondo”, spiega un analista. Di certo chi aspira a sedere al posto di comando su Alitalia dovrà mettere in conto di sborsare un bel gruzzolo: 3 miliardi di euro tondi tondi da spendere per ricapitalizzare la società, per mettere le mani sul pacchetto di controllo e per ringiovanire la flotta. In fila in via della Magliana si sono messi Air One, Tpg, Net Present Value Spa, l’advisor dietro cui c’è l’Unione piloti, Benstar Saturn Enterprises, Matlin Patterspm Global Advisers, Unicredit, Porcellana Castello Spa, Terra Firma Investments e Fabio Scaccia. Nelle sale operative spiegano che probabilmente qualche estero sta scommettendo sul titolo dopo un periodo di grande incertezza. In azione secondo alcuni trader sarebbe anche qualche hedge fund che sta rientrando pesantemente.