1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Volkswagen, Muller: il rilancio in cinque mosse

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
l nuovo amministratore delegato di Volkswagen Matthias Muller si è messo al lavoro con lena e ottimismo. L’obiettivo è difficile, il rilancio della casa automobilistica tedesca dopo lo scandalo Dieselgate
Cinque mosse per dare scacco matto alla tempesta che rischia di travolgere Volkswagen, secondo produttore di auto al mondo dopo Toyota (il sorpasso è storia di qualche giorno fa). Le ha annunciate l’amministratore delegato Matthias Muller, fresco di nomina dopo le dimissioni di Martin Winterkorn. Secondo Muller il produttore di auto tedesco “emergerà dalla situazione attuale più forte di prima”. 
1)  Supportare i clienti coinvolti nel Dieselgate –  “I clienti sono al centro di qualsiasi cosa facciano i 600.000 dipendenti di Volkswagen” scrive l’ad. “Il gruppo sta sviluppando soluzioni tecniche effettive la cui implementazione inizierà a gennaio 2016”.
2)Investigare a fondo su quanto accaduto – “Dobbiamo scoprire la verità e imparare da essa. Volkswagen sta conducendo un’analisi approfondita e allo scopo è stata ingaggiata Deloitte. I responsabili di quanto accaduto affronteranno conseguenze severe”.
3)Introdurre nuove strutture nel gruppo – “In futuro il management del gruppo sarà ampiamente decentralizzato con una indipendenza elevata per marchi e regioni. Rivedremo il nostro attuale portafoglio di oltre 300 modelli esaminando il contributo di ciascuno agli utili dell’azienda”. 
4)Riallineare la cultura e il comportamento di gruppo – “Il perseguimento della perfezione, l’impegno dei dipendenti e la responsabilità sociale saranno conservati ma è necessario un cambiamento nel modo di comunicare e gestire gli errori. Abbiamo bisogno di una cultura di apertura e cooperazione”. 
5)Trasformare la strategia 2018 in strategia 2025 – “Molti all’esterno del gruppo non comprendono che la strategia 2018 è molto di più che un semplice obiettivo di produzione. Il punto non è vendere 100.000 veicoli in più del principale concorrente ma perseguire una crescita qualitativa. Le pietre angolari della strategia 2025 verranno sviluppate nei prossimi mesi”. 
In mattinata Volkswagen ha presentato i risultati relativi al terzo trimestre, chiuso in rosso per la prima volta proprio a causa dello scandalo Dieselgate.
Leggi l’articolo di Valeria Panigada.