1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

La volatilità regna incontrasta a Piazza Affari

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Giornata da incorniciare per il listino milanese che dopo aver rischiato un ennesimo crollo (avvio da brivido con cali degli indici prossimi ai 5 punti percentuali) termina in territorio ampiamente positivo in linea con le principali borse europee. Complice l’inatteso taglio dei tassi da parte della fed, a fine seduta il Mibtel ha registrato un progresso pari al punti percentuale a 25861 punti mentre l’S&P Mib ha fermato le lancette a 34302 punti, +1,18%. Fra le bluechips milanesi spicca il balzo di Italcementi, +9,16%, seguita da Buzzi +5,57%, Fondiaria -5,32% e Bulgari -4,65%. In negativo segnaliamo Atlantia che cede quasi 5 punti percentuali a 21,8 euro ed il comparto delle utility: male Enel -2,91%, Terna -3,36% e Snam Rete Gas -3,84%.