1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

La volatilità ha interessato i bond emergenti ma il tema di investimento rimane intatto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Di seguito pubblichiamo un commento di Enzo Puntillo, Head of Fixed Income di Swiss & Global Asset Management, sul recente andamento dei mercati emergenti obbligazionari in valuta locale. Secondo l’esperto, il consolidamento degli ultimi giorni non è dettato dal cambio dei fondamentali, con i mercati emergenti che ancora oggi appaiono un luogo adatto a investire. Le punte di volatilità fatte registrare sono dovute principalmente a movimenti valutari, piuttosto comuni nei mercati locali.

In questi giorni stiamo assistendo ad una fase di consolidamento sull’asset class debito emergente in valuta locale. Al momento, le valute sono le più colpite, con il Rand sudafricano e il Peso messicano che hanno sofferto particolarmente. Per quanto riguarda quest’ultimo, la correzione è spiegata principalmente dall’aver capitalizzato i profitti derivati dagli ottimi rendimenti degli ultimi mesi, mentre per quanto riguarda il Rand, questa è dovuta essenzialmente dall’andamento delle commodity e da motivi idiosincratici. Le obbligazioni sono nell’insieme più stabili, fatta eccezione per quelle messicane.

  

E’ cambiato qualcosa dal punto di vista dei fondamentali? No. I mercati emergenti appaiono ancora oggi come un luogo adatto a investire. L’economia mondiale nel 2013 si prospetta migliore rispetto all’anno precedente, nonostante un rallentamento atteso da parte dell’Europa. Ci aspettiamo che il mercato ritorni a crescere, grazie ad un carry elevato.

 

Per quanto riguarda il caso del JB Emerging Market Inflation Linked BF, tutti i punti chiave del comparto sono tutt’ora validi:

 

– fondamentali forti;

– alti rendimenti reali sia da un punto di vista assoluto che relativo;

– curve ripide.

 

Siamo sempre stati molto franchi nel dire che tutti i mercati valutari emergenti si prestano a forti correzioni di tanto in tanto, e ciò si riflette anche molto bene nell’alta volatilità che storicamente li caratterizza. Il JB Emerging Markets Inflation Linked BF non fa eccezione. Dobbiamo anche tenere a mente il fatto che quest’asset class ha prodotto un rendimento del +22% negli ultimi 12 mesi.

 

In particolare, dall’8 al 15 maggio il mercato ha subito correzione per circa 2.85%:

 

a)  Circa il 2% della correzione è dovuto ai mercati valutari

b)  La rimanente parte proviene dal mercato dei tassi (in particolare dal Messico, che, come abbiamo avuto modo di dire precedentemente, ha perso una parte dei guadagni ottenuti negli ultimi mesi).

In generale, non riteniamo ci siano fattori specifici delle obbligazioni legate all’inflazione, da sottolineare per altro che nello stesso periodo le obbligazioni nominali locali hanno subito perdite per circa 2.50%. Queste punte di volatilità dovute principalmente a movimenti valutari sono piuttosto comuni nei mercati locali. In sintesi, volatilità ma tema di investimento strutturale intatto.