1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Volano i profitti di Finmeccanica

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Profitti record per Finmeccanica. A mercato chiuso, il gruppo guidato da Piefrancesco Guarguaglini ha comunicato i conti dell’anno che si è da poco concluso: il 2006 è stato archiviato con un utile netto pari a 1.020 milioni di euro, con un aumento a tre cifre (+158%), a 624 milioni rispetto ai 396 milioni registrati nell’esercizio 2005. Un risultato a cui vanno sommate sia la plusvalenza realizzata (circa 404 milioni) sull’Offerta pubblica di vendita (Opv) del 60% dell’Ansaldo STS sia quella messa a segno (circa 291 milioni) dalla cessione alla BCV Investment dell’intera quota di partecipazione (circa 30%) di Finmeccanica nell’AvioGroup.
Una straordinaria crescita degli utili che ha permesso al consiglio di amministrazione della società aeronautica italiana di proporre all’assemblea degli azionisti, prevista per il prossimo 29 e 30 maggio rispettivamente in prima e seconda convocazione, il pagamento di un dividendo di 35 centesimi euro per azione, pari a 148 milioni totali, da pagarsi il prossimo 21 giugno, previo stacco il 18 giugno. L’importo della cedola del gruppo della difesa è stato superiore del 13% a quella decisa per il bilancio 2005 (0,31 euro, cioè 131 milioni).


Crescita più contenuta per i ricavi che sono stati pari a 12.472 milioni di euro, in progresso del 14% a 1.520 rispetto ai 10.952 milioni di euro registrati nello stesso periodo dello scorso esercizio. Positivo anche il risultato operativo (Ebit) pari a 878 milioni di euro (+19% rispetto ai735 milioni del 2005). La variazione – come si legge nel comunicato diramato dalla società – è da attribuire per circa 126 milioni (+17%) alla crescita organica e per i restanti 17 milioni al diverso perimetro di consolidamento. Migliora, sia pure in misura meno marcata, anche la redditività operativa percentuale (Ros), salita al 7%.

Inoltre, Finmeccanica ha chiuso il 2006 con un indebitamento finanziario netto pari a 858 milioni di euro con un decremento netto di 242 milioni (-22%) rispetto ai 1.100 milioni del 2005. Il dato – come si legge nella nota – ha confermato il tendenziale andamento dei flussi di cassa con forti assorbimenti nei primi nove mesi dell’anno e recuperi concentrati nell’ultimo trimestre.


Portavoce della soddisfazione del gruppo aeronautico è stato il presidente e amministratore delegato, Pierfrancesco Guarguaglini: “I risultati conseguiti confermano le previsioni fornite al mercato e la significativa crescita organica evidenzia la performance industriale e commerciale raggiunta. Sono state – ha aggiunto il numero uno di Finmeccanica – anche affrontate le criticità riguardanti alcune aree di attività, ponendo le basi per il loro risanamento.”


In occasione della diffusione dei conti 2006, il consiglio di amministrazione ha scelto un nuovo consigliere. Nella società controllata dal ministero della Difesa, Filippo Andreatta è stato nominato amministratore in sostituzione di Ernesto Monti, dimissionario con decorrenza dal 28 febbraio.