Voglia di pull back per il FTSE Mib, Atlantia sulla strada del rimbalzo con il segnale d'acquisto odierno

Inviato da Riccardo Designori il Mer, 05/02/2014 - 10:45

Avvio di contrattazioni con il segno positivo per il FTSE Mib, con il paniere italiano che appare intenzionato a proseguire il rimbalzo tecnico intrapreso ieri. Il quadro grafico rimane tuttavia impostato nel breve/medio termine al ribasso dopo la violazione dello scorso 3 febbraio dei fondamentali supporti statici, ora diventati resistenze, di area 19.090 punti. In prossimità di tale livello potrebbe dunque riemergere la pressione dei venditori. Il rimbalzo tuttavia potrebbe spingersi più in profondità, con l'indice che potrebbe arrivare in area 19.300 punti portando a termine il pull back profondo della trendline ascendente tracciata con i minimi del 16 dicembre e 29 gennaio. Detta linea di tendenza è stata violata al ribasso il 3 febbraio. Sul fronte dei singoli titoli, prospettive rialziste nel breve anche per Atlantia e Mediolanum. Il titolo della concessionaria autostradale ieri e in apertura ha testato gli strategici supporti dinamici espressi dalla trendline ascendente tracciata con i minimi del 24 giugno e 17 luglio. Già in luglio la linea di tendenza aveva sostenuto il titolo. L'accelerazione odierna ha inoltre permesso all'azione di generare un segnale d'acquisto con la violazione al rialzo delle resistenze di breve fornite dalla trendline ribassista tracciata con i top del 29 gennaio e 3 febbraio. Voglia di rimbalzo pure per Mediolanum, con il titolo che ieri ha portato a termine il secondo pull back della linea di tendenza ribassista tracciata con i massimi del 2 e 30 dicembre. La linea di tendenza fu violata al rialzo il 10 gennaio. I minimi di ieri hanno inoltre rappresentato un altro test del cambio di stato, con il titolo che ha portato a termine il pull back della trendline discendente di breve ottenuta con i top del 17 e 22 gennaio.





COMMENTA LA NOTIZIA