Vodafone-Verizon: ok dei board al divorzio da 130 miliardi di dollari. Passa di mano anche il 23% di Vodafone Italia

Inviato da Luca Fiore il Lun, 02/09/2013 - 19:42
Quotazione: TELECOM ITALIA
Quotazione: VERIZON COMM
Quotazione: VODAFONE
Via libera dei board al mega-deal Vodafone-Verizon. I consigli di amministrazione di Vodafone e Verizon Communications hanno approvato l'accordo-monstre da 130 miliardi di dollari che porterà all'uscita del colosso britannico dal mercato a stelle e strisce e la salita dell'ex Bell Atlantic al 100% del capitale del più grande operatore di telefonia mobile degli Stati Uniti. Si tratta della maggiore transazione da oltre un decennio, più precisamente la più importante dal 1999, quando la stessa compagnia d'Oltremanica acquistò Mannesmann per 172 miliardi.

I termini dell'operazione prevedono l'acquisizione da parte di Verizon del 45% detenuto da Vodafone in Verizon Wireless per un controvalore complessivo di 130 miliardi di cui 58,9 miliardi in contanti e 60,2 miliardi sotto forma di azioni della compagnia americana.

La restante parte sarà saldata tramite 5 miliardi di "loan notes", 2,5 miliardi di debito della joint venture statunitense e 3,5 miliardi derivante dalla cessione del 23% detenuto da Verizon in Vodafone Italia.

L'accordo produrrà un ritorno per gli azionisti Vodafone di 84 miliardi di dollari, di cui 23,9 miliardi cash, pari a 112 pence per azione. L'operazione, il cui completamento è atteso nel primo trimestre 2014, porterà a un incremento del dividendo dell'8% a 11 pence per azione.

Il fermento scatenato dal deal  ha permesso a Vodafone di chiudere la seduta in rialzo del 3,37% a 213,2 pence. Giornata all'insegna degli acquisti anche per la nostra Telecom Italia che ha visto il titolo salire del 3,87% a 0,55 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA