1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Villalonga, il conducador risorge e punta alla Russia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si sa, il lupo perde il pelo ma non il vizio. E se la sapienza popolare fa norma anche Juan Villalonga, il vulcanico ex presidente di Telefonica e fedelissimo di José Maria Aznar, vi ricade. Sotto traccia per qualche anno dopo lo sboom della new economy, che aveva lasciato dietro di sé tanti detriti anche nella conglomerata spagnola da lui guidata, sembra che il manager delle acquisizioni sconsiderate e strapagate (una su tutte l’olandese Endemol, creatrice del Grande Fratello) tipiche di quel momento abbia voglia di tornare a ruggire. E l’attività scelta sarebbe proprio quella che lo ha reso famoso: la telefonia. Secondo fonti spagnole infatti ci sarebbe Villalonga dietro il progetto di creare il secondo operatore telefonico russo. Il manager gestisce, insieme con il sodale Mohamed Amersi, Emergent telecom ventures (Etv), un fondo di private equity dedicato proprio al settore telefonico con 1,3 miliardi di euro in dote. Ed Etv è proprietario del gestore moscovita Komet, che avrebbe acquisito per 140 milioni di dollari, secondo fonti di stampa russe, il 68,5% di RTKomm.ru, il maggiore Isp della grande nazione a cavallo tra Europa e Asia oltre ad un altro paio di compagnie telefoniche regionali. Ma la strategia di Villalonga non si ferma qui. L’obiettivo sarebbe anche quello di acquisire anche la statunitense Metromedia International, proprietaria di PeterStar e Magticom, risettivamente operatore russo e georgiano.