1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Vignoli (Twice): “Tiscali punita anche dalla sua cattiva comunicazione”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tentativo di rimbalzo per Tiscali, che sale del 2,8% al giro di boa della seduta e si porta a 3,43 euro. Molto alti i volumi, pari a 22 milioni di pezzi già scambiati (venerdì 14 sono passati di mano 46 milioni di titoli), grazie anche alla chiusura di posizioni allo scoperto.
“I risultati della società nel primo trimestre sono stati buoni, soprattutto per ciò che riguarda i margini di guadagno raggiunti dalle nuove linee Adsl in modalità ‘unbundling del local loop’ (Ull). E sono quindi positive le attese per gli investimenti per lo sviluppo di questa modalità anche in Francia e in Italia, dove il lancio del servizio dovrebbe avvenire entro il 2004” ha fatto sapere Emanuele Vignoli, analista di Twice advice. “Ciò che continua a non piacere al mercato, e mi sembra che il crollo di venerdì scorso sia stato eloquente, è la cattiva comunicazione che fa la società” ha aggiunto Vignoli. “E’ ovvio che l’annuncio di qualsiasi aumento di capitale possa penalizzare i titoli delle società quotate, e Tiscali non sfugge a questa regola, ma la mancanza di precisazioni circa i tempi, l’ammontare e le finalità è assolutamente deleteria per i corsi azionari. E Tiscali, dopo tutte le incertezze che hanno toccato la società nei mesi scorsi avrebbe dovuto spiegare a cosa servono i soldi. Perché l’unica finalità è quela di rimborsare i 250 di bond in scadenza nel 2005, per i titolo si preannuncia una fase di nervosismo. Al contrario, finalità miste (liquidità + investimenti), sarebbero più ben volute dalla comunità finanziaria”