1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Viacom denuncia YouTube

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ancora guai giudiziari per Google. Il colosso americano delle comunicazioni Viacom ha, infatti, denunciato il re dei motori di ricerca per la presunta violazione del copyright da parte di YouTube, il celebre sito di video e file sharing acquistato dalla società di Mountain View lo scorso autunno. “YouTube – come si legge nel comunicato diramato dalla società statunitense- ha costruito un business lucroso sfruttando il supporto dei fan verso le opere creative di altri per arricchirsi e arricchire la sua casa madre, Google. Il loro modello di business è, infatti, chiaramente illegale e in chiaro conflitto con la legge sul copyright”.


Viacom che controlla tra gli altri Mtv, Paramount Pictures, Dreamworks e oltre 130 network televisivi mondiali condanna il comportamento di Youtube che è in contrasto con le azioni di altri importanti distributori che hanno riconosciuto il valore di chi produce e realizza i contenuti dell’intrattenimento e che hanno concluso gli accordi fornendo dei contenuti legali ai loro clienti nel mondo. Viacom non accetta il gioco di YouTube e Google che sfruttano gli sforzi delle altre società e disperdono il valore degli “artisti”.

La richiesta di danni da parte di Viacom è pari a più di un miliardo di dollari. Secondo Viacom, YouTube avrebbe caricato sul sito web oltre 160 mila filmati non autorizzati. Una decisone, quella di denunciare la società fondata da Larry Page and Sergey Brin, ha spiegato Viacom, è arrivata dopo una serie di “trattative improduttive”.


La battaglia di Viacom contro Google e YouTube era iniziata già da tempo: il big dell’entertainment a stelle e strisce aveva chiesto a gran voce il ritiro di oltre 100 mila videoclip “pirati” scaricati illegalmente da suoi programmi televisivi. Ora i due gruppi vengono accusati formalmente di “violazione massiccia e intenzionale dei diritti d’autore sui contenuti di intrattenimento di Viacom”.


Intanto, Google accusa il colpo a Wall Street. La società di Mountain View perde l’1,28%, scambiando a 448,94 dollari. semaforo verde invece per Viacom che avanza dell’1,44% a 40,14 dollari.