1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Vertice Fazio-Cardia, Bankitalia chiama a raccolta Generali

QUOTAZIONI Generali Ass
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Forse un’offerta così appettibile come quella lanciata ieri dall’Abn Amro per prendere il controllo dell’Antonveneta non se l’aspettava neppure il governatore Antonio Fazio. Che pure da tempo aveva messo in conto l’affondo del colosso olandese in contemporanea con quello del gruppo spagnolo Bbva sulla Bnl. La posizione di Banca d’Italia verso l’iniziativa proveniente da Amsterdam tuttavia continua a sembrare più distaccata di quella dell’Ops che arriva da Madrid. Probabilmente perché ormai l’esito della partita è affidato alla reazione degli attuali azionisti, degli imprenditori veneti e alle mosse sul campo di un regista di fiducia di Fazio, il presidente dalla Popolare di Lodi, Giampiero Fiorani. Inoltre la Vigilanza non ha grossi appigli tecnici per contestare l’offerta dell’Abn Amro. Diversamente la sfida su Bnl sembra appassionare di più Fazio, forse perché la reazione degli azionisti all’offerta Bbva che per ora risulta meno allettante di quella degli olandesi appare meno compatta. Non per nulla Palazzo Koch è il crocevia dei soci della Bnl che vanno da Fazio a dire le loro intenzioni e a ricevere suggerimenti. Ieri è stata la volta di Giovanni Perissinotto, ad di Generali, presente in Bnl con l’8,7% del capitale secondo azionista dietro al Bbva con cui partecipa al Patto di maggioranza assieme a Diego Della Valle. Il ruolo della compagnia triestina potrebbe essere determinante per l’esito della partita su Bnl. Se infatti decidesse di non accettare l’offerta spagnola ridurrebbe significativamente le possibilità del Bbva di superare con sua Ops il 50% di azioni Bnl. Ipotesi che si realizzerebbe anche nel caso in cui Generali accettasse di vendere le sua partecipazione nella banca romana Unipol, che ha già deciso per la sua quota di non aderire all’iniziativa del gruppo basco. Così come ha già fatto il contropatto di minoranza e si appresterebbero a fare Mps e la Banca vicentina.