Versace esce dalla crisi e guarda ai mercati emergenti

Inviato da Redazione il Gio, 04/05/2006 - 09:19
Volge al termine la fase di riorganizzazione di Versace. La maison italiana, entrata in crisi dopo la morte del fondatore Gianni Versace, aveva varato poco meno di due anni fa un piano di ristrutturazione sotto la guida dell'attuale amministratore delegato, Giancarlo Di Risio. Quest'ultimo commenta con soddisfazione i risultati del 2005: gestione operativa ancora in rosso per 5,5 milioni di euro, comunque al di sopra delle attese di perdita che si aggiravano intorno ai 15 milioni di euro, e debito da 120 milioni di euro totalmente estinto. Di Risio ritiene così concluso il riassetto che ha determinato una razionalizzazione del portafoglio marchi ispirata agli "insegnamenti di Gianni Versace" e finalizzata a ricollocare Versace sul segmento lusso del mercato. Poste così le basi per tornare a crescere, l'amministratore delegato guarda con ottimismo al futuro e strizza l'occhio ai mercati emergenti dell'Asia e dell'Europa dell'est.
COMMENTA LA NOTIZIA