Veneto Banca: collocato bond senior a 3 anni, tasso al 4,125%

Inviato da Riccardo Designori il Ven, 10/01/2014 - 12:27
Veneto Banca ieri ha collocato sul mercato un bond senior a 3 anni dell'importo di 350 milioni di euro. L'obbligazione, con scadenza 20 gennaio 2017 e cedola fissa annuale del 4%, è stata collocata a un prezzo di 99,654, valore che ha incorporato un rendimento finale del 4,125%. Si tratta di un tasso pari a 337 punti base in più rispetto al mid swap e che colloca il rendimento finale richiesto dal mercato al limite inferiore della guidance indicata che era stata fissata nell'intervallo 4,125%/4,25%.

L'operazione, curata da Banca IMI, Deutsche Bank e Natixis come leads e Banca Aletti come co-lead, ha incontrato il favore di un centinaio di investitori istituzionali. Di questi circa il 25% esteri. Complessivamente la domanda totale per il bond è stata di 431,3 milioni di euro, con un bid to cover ratio pari a 1,23.

"Le operazioni di questi giorni di Irlanda, Portogallo e anche di banche spagnole indicano come sul mercato ci sia un outlook positivo per gli emittenti sud europei, incluse anche banche con rating speculativo: gli spread si stanno restringendo e l'idea è che il trend proseguirà", ha affermato un banchiere coinvolto nell'operazione, secondo cui quindi "anche le banche più piccole, non investment grade, si stanno affacciando sul mercato investitori disposti a comprare a questi livelli di rendimento". Veneto Banca, che è tra i 15 istituti italiani che saranno sottoposti alla Asset Quality Review (Aqr) della Bce, ha un rating BB per S&P e BBB per Dbrs.

"L'ottimo esito dell'operazione, ha dichiarato Vincenzo Consoli, Amministratore Delegato di Veneto Banca, "conferma l'interesse da parte di banche e fund manager italiani ed europei per il nostro Istituto. Hanno fiducia in noi, ci valutano come realtà solida e affidabile e hanno scelto ancora una volta di investire nella nostra banca popolare".

In un' intervista a Reuters il responsabile pianificazione dell'istituto, Renato Merlo, ha evidenziato come Veneto Banca abbia chiuso il 2013 in sostanziale pareggio nonostante i circa 370 milioni di euro di accantonamenti per perdite su crediti.
COMMENTA LA NOTIZIA