Venerdì nero a Piazza Affari, l'S&P/Mib perde il 5% e chiude sotto i 18000 punti

Inviato da Redazione il Ven, 05/12/2008 - 18:17
Finisce in deciso calo la prima ottava del mese di dicembre per Piazza Affari, che ha messo a segno una delle peggiori performance tra le Borse Europee. Dopo una partenza in flessione di circa un punto percentuale, il mercato azionario italiano ha accelerato con decisione al ribasso in scia al dato, peggiore delle attese, relativo al mercato del lavoro americano giunto da Oltreoceano nel pomeriggio (-533mila occupati a novembre). Profondo rosso per l'S&P/Mib che ha terminato gli scambi in contrazione del 4,99% a punti 17.968, mentre il Mibtel, che ha ceduto il 4,74% a punti, è tornato sui livelli di undici anni fa nei pressi di quota 14.100 (14123 punti).
A livello settoriale, a Piazza Affari, i comparti maggiormente penalizzati sono stati i finanziari e gli energetici. Sotto pressione, in particolare, i titoli del settore petrolifero spinti al ribasso dall'andamento ancora in flessione dell'oro nero: Tenaris ha lasciato sul parterre di Borsa oltre nove punti percentuali (-9,4% a 7,24 euro). Male anche Eni e Saipem che hanno fatto segnare un decremento rispettivamente del 9% a 15,39 euro dell'8,2% a 10,02 euro.
Ennesima giornata da dimenticare, tra i bancari italiani, per Banco Popolare (-10% a 4,84 euro) dopo le nozze andate a monte a inizio settimana tra la partecipata Italease e la tedesca Dz Bank. Anche Fiat ha archiviato gli scambi in rosso. Il titolo del Lingotto ha perso il 7,2% a 5,065 euro in scia alla bocciatura degli analisti di Equita che hanno tagliato la raccomandazione da "buy" a "hold", con target price in discesa a quota 7,3.
Sull'S&P/Mib il titolo Parmalat si è, invece, mosso in controtendenza rispetto al mercato. L'azione del gruppo alimentare di Collecchio ha guadagnato lo 0,6% a 1,302 euro. Nel pomeriggio, è arrivata la tanto attesa notizia relativa alla nomina del nuovo direttore generale. Il consiglio di amministrazione di Parmalat ha indicato Antonio Vanoli, quale nuovo dg con delega per le attività operative. Vanoli prende il posto del dimissionario Carlo Prevedini.
COMMENTA LA NOTIZIA