Vendite a Piazza Affari: male STM e i titoli della galassia Agnelli, si salvano Banco Bpm e Bper Banca

QUOTAZIONI Cnh Industrial
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I mercati azionari del Vecchio Continente hanno archiviato la seduta dilapidando tutti i guadagni fatti registrare nella parte mattutina della seduta sotto la spinta dei titoli bancari. Senza l’appoggio di Wall Street (S&P per la quarta seduta consecutiva in territorio negativo) gli indici europei hanno perso lo slancio iniziale andando a chiudere in netto territorio negativo.

Piazza Affari in linea con il trend giornaliero ha chiuso in ribasso dello -0,25% a 19.918,84 punti. La giornata è stata caratterizzata dalla riunione dell’Ecofin nella quale il ministro delle finanze italiano, Pier Carlo Padoan, ha per il salvataggio delle banche venete, Popolare di Vicenza e Veneto Banca, che hanno optato anch’esse (così come Mps) per la strada della ricapitalizzazione precauzionale.

La Bce ha reso note le linee guida per la gestione dei crediti deteriorati che zavorrano le banche dell’Eurozona e, in particolare, quelle italiane definendo le strategie intraprese dal Governo “realistiche e ambiziose” per affrontare il “problema degli NPL (Non-performing Loans), ovvero crediti deteriorati”.

In questo quadro sul listino di Borsa Italiana hanno brillato i titoli Banco Bpm, +3,25% a 2,74 euro, e Bper Banca, +3% a 4,80 euro. Rimanendo sul podio dei rialzi al terzo posto si fa notare Atlantia, +1,64% con il titolo che ha raggiunto i 24,04 euro.

Vendite a mani basse sul settore industriale, in particolar modo sui titoli della galassia Agnelli: FCA, -3,79% a 10,15 euro, CNH Industrial, -2,70% a 8,82 euro, Ferrari, -1,88% a 62,5 euro; performance che azzoppano la chiusura della holding Exor che ha lasciato sul parterre il -2,41% a 46,55 euro.

STM guadagna la palma di peggior titolo di giornata, -4,25% a 13,73 euro, mentre Leonardo, -1,68% a 12,89 euro, prosegue la parabola ribassista avviata all’indomani della nomina di Alessandro Profumo per la carica di nuovo Ad del gruppo tricolore.