1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Vendite a Piazza Affari all’indomani della Fed, deboli banche e Prysmian

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Avvio dell’ultima seduta della settimana in deciso rosso per Piazza Affari all’indomani del nulla di fatto della Fed. L’indice Ftse Mib ha aperto a -0,4% per poi accelerare al ribasso attestandosi a 21.911 punti (-0,85%). Deboli le banche con ribassi nell’ordine del 2% per Banco Popolare e Mediobanca. Tra gli industriali calo dell’1,95% per CNH. Tra i peggiori spicca poi Prysmian (-2,18%) che ha incassato la bocciatura da buy a neutral da parte di Goldman Sachs.
Ieri sera la Federal Reserve con una maggioranza di 9 membri contro 1 ha confermato il costo del denaro nel range 0-0,25%. A spingere la Fed a non toccare il costo del denaro sono stati gli “sviluppi dell’economia globale e dei mercati finanziari, fattori che potrebbero zavorrare l’economia e incrementare le pressioni ribassiste sui prezzi”, si legge nella nota di accompagnamento alla decisione di politica monetaria.