1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Vendite diffuse in Europa, crolla Vestas

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tornano le vendite in Europa. Dopo la chiusura positiva messa a segno ieri gli indici del Vecchio continente hanno imboccato nuovamente la strada dei ribassi, complice la debole apertura di Wall Street. Da Parigi a Francoforte per poi passare a Londra è il segno meno che l’ha fatta da padrona: -0,41% per il Cac40 e -0,89% per il Ftse 100. In rosso il Dax che ha perso lo 0,27%. A mettere di cattivo umore il mercato anche alcune notizie societarie, tra cui Vestas e Bhp Billiton. La prima, che ha chiuso gli scambi con un ribasso pari a quasi il 23%, ha annunciato la riduzione dell’outlook per l’intero 2010. Il gruppo danese si attende un ebit margin tra il 5-6 per cento su ricavi pari a 6 miliardi di euro contro la precedente previsione che indicava un ebit margin di 10-11 per cento e un fatturato di 7 miliardi. Performance negative che hanno contagiato la rivale spagnola Gamesa che ha perso circa il 5%. Anche oggi Bhp Billiton (-3,44%)non è riuscita a schivare le vendite. Il no alla proposta di takeover, arrivato ieri dal board da Potash, ha indotto il colosso anglo-australiano a rivolgersi direttamente agli azionisti del gruppo canadese con un’offerta ostile che partirà domani. L’offerta è di 130 dollari per ogni azione Potash con una valorizzazione complessiva di circa 40 miliardi di dollari. Rally di Swiss Life sullo Smi. Il titolo del gruppo elvetico è balzato del 7,94% dopo avere chiuso i primi sei mesi del 2010 con profitti netti di 269 milioni di franchi contro i 139 milioni dell’analogo periodo del 2009. La raccolta premi del gruppo è aumentata del 20% in valuta locale per complessivi 12,241 miliardi di franchi. Alla luce di questi risultati Swiss Life ha confermato i suoi obiettivi per il 2010.