1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Uncategorized ›› 

Vegas verso la Lega Calcio, governo ha già una short list per successione alla Consob

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Verso un cambio di guardia alla guida della Consob. Il presidente Giuseppe Vegas, il cui mandato è in scadenza il prossimo 15 dicembre, appare sempre più vicino alla guida della Lega Calcio dopo l’eliminazione dai Mondiali dell’Italia che ha portato all’uscita di scena di Carlo Tavecchio. Ieri lo stesso Vegas ha fatto capire di gradire l’eventualità di una chiamata dal mondo del calcio. “Se è per fare qualcosa di buono uno è sempre disponibile, l’asset calcio è fondamentale per il paese”, ha dichiarato Vegas a margine dell’inaugurazione dell’Anno Accademico della Bocconi.

La certezza sul futuro di Vegas dovrebbe aversi già oggi poichè a Milano è in programma l’assemblea della Lega Calcio.

L’uscita di scena di Vegas dalla Consob, il cui mandato sarebbe comunque scaduto il 15 dicembre, accelera solo leggermente l’iter per la scelta del successore. Anche se si potrebbe anche profilare l’affidamento momentaneo del timone della Commissione nazionale per le società e la Borsa al consigliere più anziano, Anna Genovese.

Ciocca in pole per la successione

Il nome più caldo per la poltrona di presidente della Consob è quello di Paolo Ciocca, attuale vicedirettore dei Servizi (Dis), un esperto di fisco che vanta anche un passato all’Abi e in Bankitalia. Secondo le ultime indiscrezioni raccolte da Il Messaggero, Ciocca sarebbe in cima alla lista dei candidati graditi al segretario Pd, Matteo Renzi.

Tra i nomi graditi a Renzi ci sarebbero anche quelli di Angelo Provasoli, ex rettore della Bocconi, l’economista Marco Fortis (già consigliere economico di Renzi a Palazzo Chigi) e l’ex commissario del Comune di Roma Francesco Paolo Tronca.

Sul dossier Consob pè attivo anche il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. Sempre secondo il Messaggero, tra i candidati in carico al ministro delle Finanze ci sono Roberto Garofoli, suo attuale capo di gabinetto, e alcuni esponenti già in Consob (Carmine di Noia e Giuseppe Maria Berruti).