1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Valute: lo yuan supera l’euro al secondo posto tra le monete più utilizzate per trading

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Lo yuan cinese ha superato l’euro diventando la seconda moneta più utilizzata nel trading finanziario. Il sorpasso si è materializzato a ottobre secondo i dati diffusi da Society for Worldwide Interbank Financial Telecommunication (Swift). La quota di mercato dello yuan è cresciuta all’8,66% nel mese di ottobre rispetto al 6,64 dell’euro. Al primo posto incontrastato rimane il dollaro statunitense con una quota dell’81,08%.


Un’ascesa repentina quella della divisa cinese che poco più di un anno fa, a inizio 2012, presentava una quota di mercato nel trading finanziario di solo l’1,89%, mentre l’euro presentava a gennaio 2012 una quota del 7,87%.

Renminbi sempre più utilizzato soprattutto in Asia
“Il renminbi è chiaramente una moneta top per il trading finanziario mondiale e ancora di più in Asia”, ha sottolineato Franck de Praetere, responsabile di Swift per l’Asia-Pacifico. I primi cinque paesi che utiliz zano lo yuan per commercio finanziario internazionale risultano infatti la Cina, Hong Kong, Singapore, Germania e Australia.

Nei pagamenti a livello mondiale lo yuan risulta ancora solo al 12° posto a fine ottobre, sempre secondo i dati Swift con una quota di mercato dello 0,845 rispetto al 0,86% del mese precedente.

La Cina è alla ricerca di un ruolo maggiore per la propria moneta nel commercio mondiale con lo stato cinese che sta allentando i controlli sul tasso di cambio. Pechino mira così ad aumentare il peso globale dello yuan e ridurre la sua dipendenza dal dollaro americano. Nelle scorse settimane Yi Gang, vice governatore della People’s Bank of China, la banca centrale del Paese,  ha dichiarato che non è più nell’interesse della Cina di continuare a incrementare le proprie riserve valutarie che hanno raggiunto un livello record di 3.660 miliardi dollari alla fine di settembre.