1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Valute: Credit Suisse vede il franco svizzero indebolirsi ulteriormente

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il franco svizzero è destinato a indebolirsi ulteriormente. E’ la previsione contenuta nel research monthly preparato dal team di ricerca di Credit Suisse relativo al mese di ottobre e che ipotizza un ulteriore indebolimento della valuta elvetica a quota 1,25 rispetto all’euro. “Ai livelli attuali è ancora sopravvalutato – rimarca Credit Suisse – con l a decisione della banca centrale svizzera di imporre per il franco svizzero un livello minimo a quota 1,20 per un euro che è, a nostro giudizio, del tutto credibile”. Relativamente agli altri cross valutari, Credit Suisse ha una view neutrale sul dollaro ritenendo concluso il rafforzamento tecnico. Posizione neutrale anche su cambio GBP/USD, da rialzista,
per via della stentata crescita nel Regno Unito e dei rischi di un ulteriore allentamento monetario da parte della BoE. Infine atteggiamento strategicamente ribassista sulle commodity currency (dollaro australiano e dollaro neozelandese) “poiché, lasciato alle spalle il trend al rialzo tecnico, entrambe sono sopravvalutate e sono a rischio di una liquidazione delle posizioni lunghe”.