1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Valute: Barclays Capital taglia target euro/dollaro a 12 mesi a 1,40 $

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’impegno dell’Europa a supporto della Grecia non ha risollevato le sorti dell’euro che venerdì scorso ha toccato i nuovi minimi a 9 mesi rispetto al dollaro. “Il mercato ora valuta meno probabile un default della Grecia, però il coinvolgimento diretto dell’Ue creerà maggiori pressione sulle finanze pubbliche di Paesi chiave dell’area euro come la Germania”, rimarcano oggi da Barclays Capital. Pressioni che probabilmente influiranno sull’euro anche nel medio termine. La casa d’affari britannica ha così deciso di rivedere al ribasso le proprie previsioni sull’euro a 12 mesi, portando il target da 1,45 a 1,40 dollari, ritenendo inoltre che l’implementazione di politiche fiscali aggressive in Grecia, Spagna e Portogallo possa portare queste economie nuovamente in recessione.
Venerdì è arrivata la conferma che la ripresa economica nell’eurozona è più debole del previsto. Il pil di Eurolandia è salito solo dello 0,1% nel quarto trimestre del 2009 rispetto al +0,3% atteso. Invariato il pil tedesco, mentre sono scesi quelli dei Paesi del Mediterraneo: Italia (-0,2% t/t), Spagna (-0,1%) e Grecia (-0,8%).