1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

V. Longo: il Wti potrebbe registrare un momentaneo recupero a 92,5-93,5$

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Settimana con il segno meno per le quotazioni del Wti, il petrolio statunitense, penalizzato dalle incertezze sull’andamento dell’economia globale, ben evidenziate dall’andamento degli indici Pmi, e dalla crescita degli stock statunitensi. La scorsa settimana le scorte si sono confermate ai massimi dal 1990 mettendo a segno un incremento di 883 mila barili a 382,5 milioni. Nuovo record storico per gli stock nel terminal di Cushing, saliti di 1,67 milioni a 46,8 milioni.

“Il Wti -ha commentato Vincenzo Longo nel Commodities Focus di IG Markets- viene da una lunga scia di cali iniziata ai primi di maggio che hanno portato le quotazioni da 106 dollari/barile a 90 dollari, con un nuovo minimo da novembre 2011 toccato mercoledì a 89,30”. “Nel corso della prossima ottava -continua l’analista- ci potrebbe essere un momentaneo recupero con target 92,50-93,50 dollari/oncia, mentre le pressioni ribassiste potrebbero portare il petrolio verso i supporti collocati a 87,60 e 85 dollari”.

Settimana con il segno meno anche per l’oro, sceso di oltre un punto percentuale a 1.570 dollari l’oncia. “La sensazione -rileva Longo- è che gli investitori stiano guardando al rallentamento in atto dell’economia e alla forte decelerazione dell’inflazione negli Usa in attesa di una nuova immissione di liquidità da parte della Federal Reserve”. “Il metallo giallo continua il suo movimento all’interno del canale ribassista con resistenza a 1.600 dollari/oncia e supporto in area 1.530”.