1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

V. Longo: la risalita dell’oro necessita di conferme

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Settimana all’insegna degli acquisti per il metallo giallo. Segno più per i prezzi dell’oro che nel corso dell’ultima ottava sono riusciti a superare importanti resistenze tecniche riportandosi ai massimi da inizio maggio in quota 1.670 dollari l’oncia. L’ascesa dei prezzi è stata favorita dal deprezzamento del dollaro (-1,4% per il dollar index) in scia delle minute dell’ultima riunione del Fomc (Federal Open Market Committee), il braccio armato della Banca centrale Usa. Dai verbali è emerso che “molti membri ritengono che una nuova fase di allentamento monetario sia da considerarsi giustificabile”.

Nonostante i distinguo del presidente della Fed di St. Louis, James Bullard, la conferma dell’intonazione “dovish” della Fed è arrivata nientepopodimeno che dal n.1 Ben Bernake che in una lettera rivolta alla commissione di supervisione del Congresso ha fatto sapere che “esiste la possibilità che la Fed approvi ulteriori misure per facilitare il miglioramento dell´economia e rafforzare la ripresa”.

“Dal punto di vista grafico -si legge nel Commodities Focus di IG Markets Italia preparato dal Market Strategist Vincenzo Longo- la rottura della trend line discendente che unisce i massimi del 2011 con quelli del 2012 rappresenta un buon segnale rialzista che richiedere però conferme”. “Infatti -continua Longo- sarà necessario tenere il supporto dinamico dettato proprio dalla trend line affinché la corsa possa dirigersi verso le resistenze a 1.685 e successivamente a 1.700 dollari”.

Indicazioni rialziste arrivano anche dal consueto sondaggio condotto da Bloomberg, in cui 29 dei 35 analisti contattati hanno detto di attendersi nuovi rialzi la prossima settimana. In caso di un ritracciamento, conclude l’analista di IG Markets, “il supporto si colloca a 1.630 dollari/oncia, che ha costituito resistenza nelle ultime 5 settimane e dove transita la media mobile a 200 giorni. Più in basso la corsa potrebbe proseguire verso i 1.610 dollari”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
OBBLIGAZIONARIO

Saipem: rinnovato e ampliato il Programma EMTN

Via libera del Cda di Saipem al rinnovo per un anno del programma di emissioni di prestiti obbligazionari non convertibili denominato Euro Medium Term Notes Programme (“EMTN”), in scadenza nel prossimo mese di luglio.

L’importo massimo delle obbl…

NUOVI CONTRATTI

Astaldi: nuovo contratto ferroviario da 82 milioni di euro in Polonia

Il Gruppo Astaldi si è aggiudicato i lavori di ammodernamento di una tratta della Linea ferroviaria E-59 Varsavia-Poznań (Lotto IV). Il valore delle opere da realizzare è pari a 82 milioni di euro, con Astaldi leader di un raggruppamento di impr…

IMMOBILIARE

Beni Stabili: venduto immobile a Luxottica per 114,5 milioni

Beni Stabili oggi ha firmato un accordo per la vendita al Gruppo Luxottica di un immobile, uso uffici, di 11.705 mq situato a Milano in via San Nicolao per circa 114,5 milioni di euro.

Il prezzo dell’immobile è superiore al valore di perizia e ge…

MERCATI

Mercati europei sotto la parità. BCE e BoE sotto i riflettori

Chiusura sotto la parità per le borse europee in scia della debolezza del comparto delle utilities (-2,4%), delle Tlc (-1,3%) e dell’automotive (-1,57%). A penalizzare quest’ultimo settore è stato il warning lanciato dalla tedesca Schaeffler (-10,87%…