V. Longo: Oro, quotazioni in balìa della Fed

Inviato da Luca Fiore il Ven, 20/07/2012 - 20:40
Settimana di consolidamento per le quotazioni dell'oro. Dopo essersi riportato mercoledì scorso in quota 1.600 dollari l'oncia, il metallo giallo ha chiuso l'ottava sostanzialmente invariato a 1.585 dollari. "La resistenza -si legge nel Commodities Focus di IG Markets Italia preparato dal Market Strategist Vincenzo Longo- rimane collocata a 1.600 dollari e successivamente a 1.635". "Al ribasso -continua Longo- saranno da monitorare i supporti a 1.550 dollari e a 1.530 dollari".

Un catalizzatore per gli acquisti potrebbe essere rappresentato da nuove immissioni di liquidità da parte della Banca centrale statunitense "nonostante i recenti discorsi del numero uno della Fed, Ben Bernanke, e il Beige Book abbiano allontanato la possibilità di un intervento immediato".

"Solo dei dati particolarmente brutti -rileva Longo- potrebbero convincere la Fed a intervenire" e questo è evidente alla luce della "volatilità che sta interessando l'oro, e più in generale l'intero comparto, dopo ogni dato macro".
COMMENTA LA NOTIZIA