V. Longo: l’oro penalizzato dal ‘sell on news’

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Settimana di consolidamento per le quotazioni dell’oro. Dopo esser saliti in quota 1.624 dollari l’oncia, i prezzi del metallo giallo sono stati penalizzati dalla timidezza delle Bce e dalle indicazioni negative arrivate dal mercato del lavoro statunitense. In chiusura di ottava un’oncia d’oro al Comex è scambiata a 1.590 dollari.

“La sensazione -si legge nel Commodities Focus di IG Markets Italia preparato dal Market Strategist Vincenzo Longo- è che ci sia stato un sell on news che ha portato gli operatori a prendere profitto dopo il rally dell’ultima settimana”. Nel corso dell’ottava i dati Bloomberg hanno rilevato che l´oro detenuto dagli Etp (Exchange-traded products) ha fatto registrare un nuovo record storico attestandosi a 2.412,42 tonnellate.

Indicazioni rialziste per il metallo giallo arrivano anche dalla Cina, il primo mercato per questa commodity. La Banca centrale cinese, ad un mese dalla prima sforbiciata dal 2008, giovedì ha annunciato di aver ridotto il tasso sui prestiti dello 0,31% al 6% mentre quello sui depositi è passato al 3%, lo 0,25% in meno rispetto al livello fissato lo scorso 7 giugno. Gli analisti di Goldman Sachs stimano che le quotazioni del metallo giallo potrebbero salire in quota 1.840 dollari l´oncia nei prossimi sei mesi.

Sostanzialmente invariato anche il Wti che ha terminato a 84,6 dollari il barile. “Per la prossima ottava una prima resistenza passa per 90,00 dollari/barile, mentre la successiva si colloca a 92,60”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RATING

Germania: S&P’s conferma la tripla A, l’outlook è stabile

S&P Global Ratings ha annunciato di aver confermato la valutazione “AAA/A-1+” assegnata alla Repubblica federale tedesca. “L’outlook stabile riflette la convinzione che nei prossimi due anni i conti pubblici tedeschi e il forte avanzo esterno continu…

NPL

Carige: via libera a cessione portafoglio NPL di 950 milioni a veicolo

In linea con le iniziative strategiche contenute nell’aggiornamento del Piano 2016 – 2020 approvato lo scorso 28 febbraio, oggi il Cda di Carige ha approvato la cessione, da concludere “in tempi brevi e comunque entro il 30/6/2017”, di un portafoglio…

RICAVI PRELIMINARI

Luxottica: +5,2% per il fatturato del primo trimestre, outlook confermato

Grazie al forte contributo di Europa e America Latina, all’andamento favorevole dei cambi e all’ottima performance del marchio Ray-Ban, il primo trimestre di Luxottica si è chiuso con una crescita del fatturato del 5,2% a 2.384 milioni di euro (+1,9%…

MERCATI

Borse europee caute, indicazioni deludenti dal Pil a stelle e strisce

Chiusura di settimana all’insegna della debolezza per le borse europee. A Londra il Ftse100 ha terminato a 7.203,94 punti, lo 0,46% in meno rispetto al dato precedente, il Dax si è fermato a 12.438,01 (-0,05%) e il Cac40 a 5.267,33 (-0,08%). Sopra la…