1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Utility regine di Piazza Affari, Stm in retromarcia

QUOTAZIONI Stmicroelectronics
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Tra le singole blue chip milanesi, oltre Tenaris (+2,39% a 17,67 euro) e Autogrill (+1,74% a 15,008 euro), si sono messe in evidenza Enel (+1,65% a 8,54 euro) e, nello stesso comparto, Acea (+3,73% a 17,263 euro), di cui sono passati di mano ben 5,9 milioni di pezzi, quando la media giornaliera degli ultimi trenta giorni è di appena di 496 mila azioni. In realtà sono stati tutte le utility del Vecchio Continente ad essere ben gettonate (+1,50 lo Stoxx). Così anche Aem ha fatto la sua parte con un +1,67%, dopo il numero uno Giuliano Zuccoli ha detto che l’accordo con Asm Brescia (+2,24%) dovrebbe essere vicino. Cambiando settore, gli acquisti non sono mancati nemmeno sui bancari: se Unicredit è salita appena dello 0,06% a 7,047 euro insieme a Capitalia (+0,09%), Mediobanca ha realizzato un progresso dello 0,75% nel giorno in cui è arrivato l’ok al nuovo modello di governance duale; mentre Mediolanum ha festeggiato con un +2,07% la notizia in base alla quale la quota del 9% circa che UniCapitalia ha in Piazzetta Cuccia verrà offerta in primo luogo agli altri soci bancari di Mediobanca. Segno più pure per Alitalia (+0,23% a 0,8824 euro) dopo le novità comunicate ieri dal Tesoro sul processo di privatizzazione e in attesa di conoscere i conti 2006 della compagnia di bandiera. +1,34% poi per Telecom Italia in scia ancora al buon umore dei telefonici europei. Tra i media, è stata una buona giornata per Rcs (+2,48%), spinta dalle voci su un ritorno d’interesse per la francese Editis. L’unico calo significativo dell’S&P/Mib è stato quello di Stm (-1,43%) annullando tutti i guadagni della vigilia sull’accordo con Intel. Tra i minori, buono spunto per Poltrona Frau (+5,93% a 3,0975 euro) mentre è in corso un roadshow a Londra. Infine si segnala l’ottimo debutto di Iw Bank (+6% a 4,88 euro), la banca online del gruppo Ubi.