1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Utility: possibile congelamento tariffe mette sotto pressioni titoli in Borsa. Terna è la peggiore del Ftse Mib

QUOTAZIONI Terna
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La possibilità, emersa a sorpresa nelle ultime ore e riportata da La Repubblica, di uno stop delle tariffe di luce, gas, acqua e trasporti fino al 31 dicembre 2013 manda in tilt a Piazza Affari i titoli delle società quotate coinvolte. La proposta, al vaglio del Governo, penalizza Terna che è la peggiore sul Ftse Mib con un ribasso di oltre il 3%. Seguita a ruota da Snam e Atlantia che cedono rispettivamente il 2,94% e il 2,72%. In rosso, con cali più contenuti, anche Enel che lascia sul terreno circa mezzo punto percentuale. Secondo gli analisti di Banca Akros “è improbabile che il Governo approvi un congelamento delle tariffe per un periodo così esteso, nel passato era stato adottato solo per la durata di quattro mesi, considerando che l’investimento del settore rimane cruciale per l’economia italiana”. E aggiunge che: “l’impatto per le autostrade è tuttavia limitato per l’esercizio 2013 visto che le tariffe sono aumentate a gennaio”.