Usa: Shepherdson prevede due mesi di rallentamento payrolls, ma poi nuova accelerata

Inviato da Redazione il Ven, 06/05/2011 - 16:16
I dati contrastanti sul mercato del lavoro Usa, diffusi poco fa, non destano preoccupazioni. Almeno a Ian Shepherdson, capo-economista per gli Stati Uniti di High Frequency Economics. "L'inatteso aumento del tasso di disoccupazione al 9% è una sciocchezza e non un indicatore guida delle payrolls", ha commentato l'esperto, che guarda già al futuro. "Prevedo una più bassa crescita delle buste paga nei prossimi due mesi, in risposta all'aumento dei prezzi energetici - ha anticipato Shepherdson - Ma guardando a un orizzonte più lontano, mi aspetto una riaccelerazione, una volta assorbiti i più alti prezzi energetici". Una ripresa che sarà tanto più veloce quanto più i prezzi si manterranno bassi. Infine, per quanto riguarda i salari, l'economista esclude alcuna pressione.
COMMENTA LA NOTIZIA