Usa: Shepherdson, ordini beni durevoli trascinati al ribasso dal settore trasporti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli ordini di beni durevoli in terra Usa sono scivolati a giugno del 2,5%, ben oltre il consensus (-0,6%). Tuttavia se si escludono i trasporti, il dato si dimostra più forte del previsto, salendo dell’1,1% contro l’aspettativa di un 0%. A sottolinearlo è Ian Shepherdson, capo economista della High Frequency Economics. Secondo l’esperto, a pesare sul dato uscito oggi è soprattutto la debolezza degli ordini riguardanti l’aviazione civile e il settore automobilistico. “Se però si escludono i trasporti, il dato sale grazie soprattutto ai metalli e ai macchinari”, illustra Shepherdson nella nota odierna.

Commenti dei Lettori
News Correlate
BANCHE CENTRALI

Zona Euro: salgono le probabilità di una stretta a marzo 2018

L’allentamento delle tensioni innescato dal risultato del primo turno delle elezioni francesi spinge le probabilità di un incremento dei tassi di Eurolandia a marzo 2018. Secondo le indicazioni in arrivo dai tassi EONIA (Euro OverNight Index Average)…

MACRO

Regno Unito: +1,3% per l’indice Rightmove di aprile

Ad aprile l’indice che misura i prezzi della abitazioni del Regno Unito elaborato da Rightmove ha segnato un incremento mensile dell’1,1%. Nella precedente rilevazione il dato era salito dell’1,3%.

MACRO

Germania: indice IFO sale più del previsto ad aprile

Nel mese di aprile l’indice tedesco IFO, elaborato su un campione di 7 mila operatori economici della prima economia europea, si è attestato a 112,9 punti. Il dato precedente era stato pari a 112,3 punti e gli analisti avevano stimato 112,4.