Usa: Pil corre del 4% nel II trimestre, meglio delle attese. Cresce attesa per la Fed

Inviato da Daniela La Cava il Mer, 30/07/2014 - 16:42

L'economia americana è tornata a crescere a un ritmo sostenuto. Stando ai dati diffusi oggi dal dipartimento del commercio statunitense il Prodotto interno lordo (Pil) è cresciuto del 4% annualizzato nel secondo trimestre 2014 (stima preliminare) rispetto al -2,1% registrato nel primo trimestre (dato rivisto da -2,9%). Il dato ha battuto le attese degli analisti interpellati da Bloomberg che pronosticavano una crescita di circa il 3%. La seconda lettura del Pil del secondo trimestre verrà comunicata al mercato giovedì 28 agosto.

L'aumento del Pil in termini reali nel secondo trimestre riflette principalmente i contributi positivi che sono arrivati dalle spese per consumi personali che sono salite del 2,5% rispetto al +1,9% pronosticato dal consenso. "Proprio questo dato è strategico per la determinazione della politica monetaria della Federal Reserve, che questa sera non potrà fare a meno di commentare il dato sul Pil - sottolinea Vincenzo Longo di IG - Il meeting di questa sera diventa importante proprio alla luce di figure così incoraggianti. E aggiunge: "Il dato odierno potrebbe permettere ai molti falchi presenti all'interno del board della Fed di alzare la voce per un più rapido rialzo dei tassi di interesse. La Banca centrale potrebbe, però, far leva sulla debolezza del mercato immobiliare e sulla bassa crescita dei salari per cercare di stemperare i toni di una crescita così esplosiva".

Nel pomeriggio sono arrivate anche le prime indicazioni dal fronte occupazionale di luglio. Negli Stati Uniti il sondaggio Adp ha registrato la creazione di 218 mila nuovi posti di lavoro nel settore privato rispetto ai 281 mila del mese precedente. Il mercato si attendeva un dato pari a +230 mila. L'appuntamento clou è tuttavia fissato venerdì, quando il dipartimento del lavoro annuncerà il tasso di disoccupazione e le non-farm payrolls (la creazione di nuovi posti di lavoro nel settore non agricolo).

Intanto cresce l'attesa per la decisione di politica monetaria della Federal Reserve (Fed). Al termine di due giorni di riunione, la banca centrale americana annuncerà questa sera alle 20.00 ore italiane la sua decisione. Secondo gli analisti stasera la Fed dovrebbe proseguire sulla strada del tapering, ossia la riduzione graduale del QE, con un taglio atteso di ulteriori 10 miliardi di dollari. Se così fosse il piano di acquisto asset arriverebbe a 25 miliardi di dollari mensili.

COMMENTA LA NOTIZIA