1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Usa: payrolls avanti tutta anche a dicembre, in un anno creati 2,65 milioni di posti di lavoro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Ancora una tornata di solidi riscontri dal mercato del lavoro statunitense che a dicembre ha accelerato ulteriormente avvicinando la soglia delle 300 mila unità. I dati odierni confermano quindi il buono stato di salute dell’economia Usa sancito lo scorso 16 dicembre dal primo rialzo del costo del denaro da parte della Fed dal lontano 2006. 
La reazione del mercato è stato un veloce apprezzamento del dollaro, mentre i future Usa hanno accelerato al rialzo con progressi oltre l’1%. 
Nel biennio 2014-2015 oltre 5,7 milioni di assunzioni 
Le non farm payrolls Usa di dicembre hanno segnato un +292 mila unità dalle +252 mila del mese precedente (dato rivisto al rialzo da +211 mila). Il consensus Bloomberg era fermo a +200 mila. In linea con le attese invece il tasso di disoccupazione rimasto stabile al 5%, sui minimi a oltre 7 anni. 
Considerando le revisioni al rialzo dei dati relativi ai mesi di ottobre e novembre, per un totale di 50.000 posti di lavoro in più rispetto a quanto comunicato in precedenza, nell’intero 2015 le non farm payrolls sono salite di 2,65 milioni di unità dopo i 3,1 milioni di posti creati nel 2014. A livello di assunzioni si tratta del miglior biennio dal lontano 1998-99.
Il tasso di partecipazione, che mostra la percentuale di persone in età lavorativa della forza lavoro, è aumentato al 62,6 per cento dal 62,5% di novembre. Sotto le attese la crescita dei salari. Il salario medio orario risulta in crescita del 2,5% a dicembre rispetto al +2,3% del mese precedente. Su base mensile il progresso risulta nullo rispetto al +0,2% di novembre. Il mercato si aspettava un +0,2%.