1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Usa: occupazione ancora troppo debole

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bush aveva promesso di ricreare due milioni e seicentomila posti di lavoro nel corso del 2004 ma, per ora, anche nel mese di febbraio gli è andata male. L’arrivo di soli 21 mila nuovi posti, invece dei 135 mila attesi (e per di più creati interamente dal settore pubblico) si discosta in maniera abissale dai 250 mila nuovi occupati mensili necessari per raggiungere gli obiettivi dichiarati (e necessari per una sicura rielezione a novembre prossimo). Dal settembre scorso la media mensile di nuovi occupati è stata pari a 61 mila unità, decisamente pochi rispetto a quei 250 mila che servirebbero anche a Greenspan per decretare finita la fase di emergenza e passare al rialzo dei tassi di interesse.