Usa: misure Fed lasciano presagire nuove azioni già a settembre (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le minute della Federal Reserve, diffuse ieri sera, hanno riacceso il dibattito sull’imminenza del varo di nuove misure da parte della banca centrale Usa per stimolare la crescita se la situazione economica non migliora. “Ci aspettiamo che azioni potrebbero essere intraprese solo nel meeting di settembre (dopo che si sarà pronunciata la Bce) e non al meeting di Jackson Hole di fine agosto”, commenta oggi Vincenzo Longo, Market Strategist di IG Markets Italy. Longo pone anche l’accento sul fatto che l’azione della Fed potrebbe essere sensibilmente diversa dalle opzioni precedenti. Anche gli analisti di Goldman Sachs rimarcano oggi come i toni dei verbali della riunione del 31 luglio/1 agosto fanno presagire che sarà annunciato qualcosa a settembre. “Nel loro insieme – rimarca la banca d’affari statunitense – le minute rafforzano la nostra aspettativa che il committee estenda la sua guidance sui tassi almeno fino alla metà del 2015” (rispetto alla parte finale del 2014 attualmente indicata). “Invece – proseguono gli esperti di Goldman – per assistere a una nuova fase di espansione del bilancio con l’acquisto di asset, forse anche a tempo indeterminato, pensiamo che è più probabile che si verifichi nella parte finale dell’anno o a inizio del prossimo”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…