1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Usa: Ing deluso dai dati su Pil e consumo, possibili miglioramenti nel II trimestre

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I dati su Pil e consumo personale Usa del primo trimestre deludono anche gli analisti di Ing. Non solo la lettura sul Pil annualizzato relativo ai primi tre mesi dell’anno non è stata alzata come ci si aspettava e confermata al +1,8%, ma quella sul consumo personale è stata ridotta a un +2,2% contro il precedente +2,7%. “Si conferma la chiara sottoperformance degli Usa rispetto all’Eurozona”, dichiarano gli analisti di Ing subito dopo l’uscita dei dati. “E’ possibile che l’aumento dei costi energetici sia un fattore chiave – spiegano gli esperti – Visto che la domanda di gasolio è inelastica, l’aumento dei prezzi lascia meno soldi da spendere per altri beni e servizi, pesando sull’andamento del consumo personale”. Miglioramenti potrebbero vedersi nei prossimi mesi. “Il fatto che i prezzi energetici si siano abbassati e che l’occupazione continui ad aumentare potrebbero favorire un miglioramento della spesa ai consumi nel secondo trimestre dell’anno”, concludono a Ing.

Commenti dei Lettori
News Correlate
CALCIO & FINANZA

Juventus: Banca Imi taglia rating a hold da add, ma tp sale a 0,72 euro

Il titolo Juventus finisce sotto la lente d’ingrandimento di Banca Imi. Gli analisti della banca italiana hanno abbassato a “hold” dal precedente “add” il giudizio sulla squadra guidata da Massimiliano Allegri, che ha conquistato il sesto scudetto co…

RATING

Hong Kong: Moody’s abbassa il rating a Aa2, outlook stabile

Dopo la bocciatura della Cina arriva sempre da Moody’s anche quella di Hong Kong. L’agenzia ha ridotto il rating sull’ex colonia britannica, portandolo al gradino Aa2 dal precedente Aa1, con outlook stabile dal precedente negativo. La decisione fa se…

RATING

UniCredit: Moody’s assegna “B1” all’emissione Additional Tier 1

Moody’s Investors Service ha annunciato di aver assegnato valutazione “B1(hyb)” all’emissione Additional Tier 1 (AT1) di UniCredit da 1,25 miliardi di euro. “Il rating –si legge nella nota dell’agenzia – tiene conto il rating standalone ba1 di UniCre…