Usa, fiducia consumatori scende ai nuovi minimi storici a dicembre

Inviato da Redazione il Mar, 30/12/2008 - 16:44
Le deboli condizioni del mercato del lavoro statunitense spingono ai nuovi minimi storici la fiducia dei consumatori a stelle e strisce. E' questo il responso di uno degli ultimi dati macro in arrivo dagli Usa in questo 2008 molto difficile per i mercati finanziari e che ha visto la crisi espandersi a livello economico facendo entrare in recessione le principali economie mondiali. A dicembre la fiducia dei consumatori statunitensi è scesa oltre le attese a quota 38 punti, sui  nuovi minimi storici. Il consensus era fermo a 44 punti dai 44,9 del mese di novembre. Il sottoindice sulla situazione attuale è sceso anch'esso attestandosi a 29,4 punti dai 42,3 di novembre e quello sulle aspettative a 43,8 punti da 46,2. L'indice della fiducia dei consumatori elaborato dal Conference Board si basa su un sondaggio mensile condotto su un campione rappresentativo di 5.000 persone. Una discesa dell'indice prefigura solitamente una diminuzione della spesa degli americani.

In precedenza era uscito anche il dato sui prezzi delle case negli Stati Uniti, anch'esso sotto le attese. L'indice S&P/Case-Shiller sui prezzi delle principali 20 case degli Usa è risultato in calo del 18% a/a a ottobre. Il consensus puntava su una contrazione del 17,9% a/a dal -17,4% fatto registrare a settembre.

I mercati, dopo un'iniziale reazione negativa al dato sulla fiducia dei consumatori, hanno ripreso a salire e alle 16:45 il Dow Jones viaggia sui massimi di giornata a quota 8.561,34 (+0,91%) con l'S&P 500 in rialzo dell'1,08%.

COMMENTA LA NOTIZIA